F.A.Q.

PERCHÉ IL CIRCO È PEDAGOGICO?

Sviluppa la socializzazione, il rispetto, il senso di responsabilità. Aiuta alla condivisione, alla critica costruttiva. All’autovalutazione e alla valutazione dei compagni; l’insegnamento di tecniche porta allo sviluppo di creatività e autonomia, all’uso del materiale specifico, all’uso dell’immaginazione; sviluppa l’espressione e la comunicazione, attraverso linguaggi verbali e non verbali; sviluppa la conoscenza del corpo tramite il movimento: sviluppa la relazione con lo spazio e con il tempo, il senso del ritmo, la conoscenza del corpo del sesso opposto

Cosa si impara?

La pratica delle arti circensi porta i bambini ad imparare a comunicare senza parola, leggere il linguaggio dei gesti, dare e ricevere fiducia, scoprire un nuovo modo di comunicare attraverso il linguaggio dei mimi dei clown e dei teatranti.
Per i ragazzi il Circo è il luogo dove hanno la possibilità di sperimentare nel gioco i loro limiti e le loro fantasie.
Circo non significa sfida, ma socialità, collaborazione e relazione positiva. Si apprende l’importanza di rispettare le regole e gli altri.

A chi è rivolto?

E’ possibile partecipare ai nostri corsi di Circomotricità già a 4 anni.
Anche agli adulti possono sperimentare l’emozione di cimentarsi nelle varie discipline circensi, in una palestra attrezzata anche per la pratica del tessuto aereo.