ALLA RICERCA DEL PROPRIO CLOWN

Pagina aggiornata il

A chi è rivolto?
Adulti, insegnati, educatori, operatori sociali, genitori, attori e chiunque abbia voglia di mettersi in gioco in una meravigliosa ricerca “tragi-comica” di sé stesso.

Quando?
Ogni martedì a partire dal 8 gennaio (è necessaria la tessera associativa di euro 30).
Il percorso prevede 6 lezioni, non è possibile recuperare eventuali  lezioni perse.

Orario?  20:30 – 22:30
Dove? Sede Via Zerbini 9

In cosa consiste il corso?
Per arrivare alla scoperta del proprio Clown dobbiamo innanzitutto allontanarci dall’idea di gags comiche, palloncini e torte in faccia…questa ricerca , attraverso giochi d’improvvisazione, di fiducia e di ascolto del proprio corpo mira a recuperare la nostra “saggezza del cuore” che si nutre d’emozioni e ci fa vivere pienamente nel “qui ed ora”.

 

Dare voce alla nostra parte clown richiede un esercizio psico-fisico continuo. I giochi proposti sono volti a migliorare la presenza scenica, il ritmo, i tempi comici ed a toglierci dalle abitudini studiando e scoprendo, sempre attraverso il gioco, le rigidità e gli automatismi fisici, e di conseguenza mentali, che fanno parte di noi. Il clown “vive” senza difese e la sua esistenza è fatta di accettazione e apertura.. Cosi facendo può scoprire il viaggio verso la libertà d’espressione. Il clown non ha paura di sbagliare e troverà continuamente soluzioni difficili per problemi semplici!

 

Durante il corso lavoreremo anche sulla “vestizione” del nostro clown, cercando abiti, scarpe, cappelli e accessori che possono dar vita al nostro amico dal naso rosso. Ci sarà un grande lavoro sull’improvvisazione che ci porterà a costruire scene e storie clown che proporremo durante una serata aperta al pubblico alla fine del percorso!

Quali sono gli obiettivi dell’esperienza?

  • migliorare la consapevolezza di sé
  • migliorare l’ascolto di sé e degli altri
  • studio dei ritmi comici, del conflitto tragicomico e degli impulsi

Chi conduce il corso?
Martina Vissani, attrice, ha approfondito da anni la ricerca clown con grandi maestri (Gerardo Mele, Emmanuel Lavalleè, Andrè Casaca, Vladimir Olshansky, frazer Hooper, Alessio Targioni) e ogni giorno di più è affascinata da questa figura, considerata “stupida”, che in realtà vive semplicemente seguendo il proprio cuore… è senza testa perché vive di “pancia”, accetta il pericolo, cade piangendo e si rialza ridendo,mangia imprevisti e digerisce paure. Ha il coraggio di errare, parola che ci fa pensare agli sbagli ma, più avventurosamente, al camminare coraggiosamente nella vita sul sentiero del ‘non so’.

Come fare per iscriversi?
Scrivici una mail tieni presente che verrà dato diritto di prelazione ai vecchi iscritti  in un secondo momento apriremo le iscrizioni ai nuovi associati.